(+39) 080.4676776    (+39) 392.2418646    (+39) 392.1446400    info@pugliaetmores.it

Il Carnevale di Putignano e la tradizione della Propaggine

Il Carnevale di Putignano inizia con la tradizione della Propaggine.

Il Carnevale di Putignano è sicuramente la manifestazione che dura più a lungo del mondo; finisce il martedì grasso come tutti gli altri carnevali, ma comincia il 26 dicembre con la pluricentenaria tradizione della Propaggine.
Si narra che tale manifestazione risalga al 26 dicembre del 1394, durante la traslazione delle spoglie di Santo Stefano Protomartire, dal Monastero di Santo Stefano di Monopoli all’abbazia putignanese di Santa Maria La Greca, dove tuttora sono custodite. In quella occasione, i contadini putignanesi, intenti a piantare viti , al passaggio dei fedeli che trasportavano le spoglie del Santo, abbandonarono i campi per unirsi al corteo improvvisando una festa con canti e balli. Nacque così la Propaggine.
La festa viene ancora celebrata nel giorno di Santo Stefano, ma ha perso parte dei suoi contenuti religiosi per acquisire altri completamente satirici e critici verso i personaggi più in vista della città. Infatti, i cosiddetti “propagginanti”, a turno, recitano allusivi e pungenti versi satirici a rima baciata rivolti alle autorità locali, e parlano di fatti e misfatti della vita cittadina.

La propaggine é un metodo agricolo utilizzato per riprodurre la vite. Il tralcio della vite, senza staccarlo dalla pianta madre, viene interrato perché metta radici, appena messe, viene tagliato dalla pianta madre, affinché germogli da solo.





«FARINELLA»
La maschera figura simbolica del Carnevale di Putignano è Farinella. Risale al 1953 ed è opera del grafico Domenico Castellano: La maschera assomiglia ad un giullare, indossa un vestito fatto di toppe variopinte, ha un cappello di tanti colori a due punte a cui sono appesi dei campanellini gialli, il colletto è blu con tante punte rotonde e anche alle scarpe sono appesi altri campanellini gialli.
Il nome deriva dalla “farinella”, un antichissimo cibo povero del mondo contadino fatto di farina di ceci e orzo abbrustolito, molto gustoso, che si usa mescolandolo ai sughi, accompagnato ai fichi appena raccolti oppure come farina per alcuni particolari tipi di dolce.





Per assistere alle sfilate dei carri di Putignano e pernottare in masseria, contatta lo staff di Puglia et Mores allo +39 080 4676776. info@pugliaetmores.it

  Indietro

Assistenza
24 h
Garanzia e
Affidabilità
100%
Organizziamo
la Tua Vacanza
Qualità
dei servizi
Strutture
selezionate
Cura dei
dettagli

Puglia et Mores consiglia